Benessere psicofisico Sport

Sconfiggi la pigrizia

Chi di voi non si è mai ritrovato a dire: “Oggi salta, resto a casa. Vado domani!”?
E da domani diventava dopodomani; e da dopodomani diventava lunedì. Così, di settimana in settimana arrivavano le feste, e a quel punto mica conveniva iniziare una qualsivoglia attività fisica che sarebbe stata annientata tra un piatto di frittura e un morso di pandoro?

Inutile stare qui a ricordarvi quanto faccia bene lo sport. Questo è ormai un dato più che assodato!
Non sarei di certo la prima persona a elencarvi tutta l’infinità di benefici che derivano dal fare esercizio fisico.

La verità è che, per le persone meno avvezze all’attività fisica, l’idea di alzarsi dal divano, togliersi il pigiama, infilarsi scarpe e tuta per poi iniziare a correre, sudare e stancarsi, è davvero avvilente. Senza escludere il fattore economico che richiede un’eventuale iscrizione in palestra, o la distanza da casa per arrivare al parco più vicino dove poter correre.
Insomma, non pochi elementi per far desistere anche il primo degli sportivi!

Per non parlare degli studenti e dei lavoratori, per esempio, persone oberate di impegni che tra la stanchezza e il poco tempo a disposizione, non sanno quando introdurre quell’oretta di sport giornaliera.

Tutti i lati positivi del fare attività fisica

Ad oggi, con i frequenti progressi della medicina, si pensa si possano trovare rimedi miracolosi per ovviare al problema della massa grassa.
Ma c’è qualcosa, però, che in modo totalmente naturale e gratuito, nessuna pillola magica riesce ad ottenere.

Quello di cui sto parlando è il benessere psicofisico. È vero, l’idea di poltrire è davvero allettante, e difficilmente si può biasimare chi di domenica mattina resterebbe volentieri avvolto dal calore delle coperte, piuttosto che iniziare una corsa verso il nulla.

Il punto è che, fare sport, oltre a migliorare senza alcun dubbio e nel modo più sano possibile la salute, contribuisce anche a migliorare il nostro stato d’animo. È tutta una storia di endorfine e di ormoni che, durante e dopo gli allenamenti, vengono rilasciate in quantità superiori (rispetto al normale) dal cervello, apportando un incomparabile senso di felicità.

Se l’umore davvero ne risente in positivo, forse la spinta motivazionale più valida si è trovata dal punto di vista psicologico.

Il fenomeno del Runner’s High

La dimostrazione più evidente dell’effetto che lo sport ha sul nostro cervello, è il fenomeno del runner’s high. Tradotto letteralmente come “sballo del corridore”, esso fa riferimento proprio a quella sensazione di euforia, riscontrata nel post-workout, simile a quella derivante dall’assunzione di stupefacenti.

In pratica, secondo la spiegazione neurochimica, mentre si fa attività fisica, si secernono le endorfine che producono lo stesso effetto analgesico e stimolante di alcune droghe. Pare che queste aumentino del 500% nel sangue!

Un effetto paragonabile, volendo, a quell’appagamento tipico del post-rapporto sessuale. Queste minuscole sostanze chimiche, quindi, producono piacere e, per la proprietà transitiva, fare sport rende felici e appagati.

Ecco alcuni modi per sconfiggere la pigrizia

Per far sì che lo sport entri a far parte della vostra vita, vorrei elencarvi alcuni modi per mettere da parte la pigrizia e far spazio ad un nuovo e sano stile di vita. Per sconfiggere la pigrizia, quindi, vi basterà:

Prima cosa da NON fare, è lasciare lo sport al caso, a quando si ha voglia e tempo. No! Per combattere la pigrizia, uno dei primi passi è dare priorità all’attività fisica nelle vostre giornate. Dovete fissare dei veri e propri appuntamenti fissi, rispettarli e ripeterli di settimana in settimana.

Di conseguenza, il secondo passo è mettere dei promemoria. Se avete deciso di allenarvi regolarmente, sarà ancora più utile mettere degli avvisi, o dei messaggi, che vi ricordino il motivo per cui volete fare attività fisica. Find your goal!

Creare un vero e proprio diario dove poter scrivere che cosa provate quando non avete voglia di fare sport: tristezza, abbattimento, noia, stress etc., e farlo subito dopo l’allenamento. Fatelo e sicuramente riscontrerete dei cambiamenti positivi da usare come incentivo per le volte successive.

Avviare una sorta di sfida immaginaria tra te un’altra persona che conosci che fa sport. Insomma porsi un obiettivo come incoraggiamento.
Chi ha detto che per fare sport bisogna farlo in solitaria? Allenarsi bene non è per forza sinonimo di solitudine, anzi.

Fare esercizio fisico in compagnia diventa più piacevole e meno stancante. Inoltre, in due diventa più difficile dire scuse a noi stessi. Sarà più facile, invece, prendere questo nuovo impegno con più voglia e costanza.