Benessere psicofisico Sport

LA FAMIGLIA

Quanto può influire il rapporto con la famiglia nelle corse di un runner?
Sono da sempre convinto che l’aspetto mentale in qualsiasi campo sia fondamentale.
Quando si corre sereni si corre meglio.

Mi capita spesso durante le mie corse di pensare alla famiglia, di colpo mi compare il sorriso.
Mi è anche capitato di trovare la forza necessaria per spingere quando ormai le energie sembravano finite.

Ho pensato alla forza che sento quando mi abbraccia mio figlio, ho immagazzinato quella forza e l’ho usata per spingere ancora di più.
Qualcuno li chiama “trasformatori segreti”.
Qualcosa che solo noi conosciamo e ci permette di attivare una sorta di turbo.

Nella mia 100 km per Milano ho avuto l’appoggio di tutta la mia famiglia, genitori compresi, ed è stato fondamentale per il successo del mio progetto.
Nel periodo estivo più che mai possiamo concederci del tempo da passare con la nostra famiglia, approfittiamo di questo dono.

Io correrò molto sia un montagna che al mare, da sempre nei mesi di luglio e agosto intensifico i miei allenamenti abbinandoli ai miei viaggi.
In valigia le scarpe da running non mancano mai, gli allenamenti in quota mi permettono poi di forzare il ritmo quando sono al livello del mare ed aiutano anche durante le nuotate in acque libere.

E poi ci sono i miei trasformatori segreti
Cristina e Leo che sono il valore aggiunto.

E voi come passerete l’estate?
Quali sono i vostri trasformatori?

Postate qui sotto le foto dei vostri allenamenti, sarebbe bello commentarle insieme!

Buone vacanze e buone corse a voi e le vostre famiglie!