Sport outdoor

DI CORSA CONTRO L’INQUINAMENTO

Alberto Mereghetti

Amo la natura, ma amo anche la mia città, Milano.

C’è tutto quello che mi serve, servizi, locali, musei, eventi, e molta più natura di quanto si pensi.

Spesso sui social mi piace postare qualche scorcio della città che pochi conoscono mentre la attraverso correndo. Mi piace ripercorrerne la storia, pensare a quello che poteva succedere nel medioevo o durante le grandi guerre in quelle stesse vie in cui mi sto allenando.

Ci sono davvero molte cose che non si conoscono di Milano, non è solamente moda e business. Quello che invece tutti conoscono purtroppo è il suo grande problema, l’inquinamento.

La corsa come mezzo di sensibilizzazione

Ho pensato molto al modo in cui la corsa poteva sensibilizzare su questo argomento ed è nata l’idea della 100 km per Milano. Cinque giri della circonvallazione esterna della città. Se un runner qualunque poteva correre per tutti quei km, allora chiunque poteva camminarne 2 o 3 per fare la spesa, andare in ufficio o in palestra senza usare mezzi inquinanti.

L’idea era semplice, ma avrebbe funzionato?

Incredibilmente si.

Non pensavo certo di finire in radio o sui giornali. La notizia ha fatto il giro dei social e quella Domenica di settembre mi sono trovato a correre con gente che arrivava dalla Puglia per sostenere il mio progetto. Al giro di boa del 50esimo km al Monte Stella nella zona dello stadio, sembrava l’arrivo del Giro d’Italia. C’erano un sacco di runner, curiosi, giornalisti, i miei genitori e molti amici.

Sicuramente tutto questo mi ha fatto piacere, non tanto per me stesso, l’obiettivo non era certo il mettermi in mostra, ma perchè era evidente senza ombra di dubbio che il messaggio era arrivato.

Sono passati due anni da quel giorno, ma ancora oggi mi capita di incrociare qualche runner in giro per la città che mi saluta come “quello della 100 km”.

Non solo inquinamento atmosferico

Purtroppo ci sono anche altri tipi di inquinamento, quello dovuto alla plastica ad esempio.

La scorsa estate ho ideato la Plasticless Marathon a Rodi in Grecia, la patria della Maratona. Una corsa di 42,195 km in cui avrei raccolto un rifiuto plastico trovato sull’asfalto per ogni km percorso.

Invitando tutti a fare altrettanto quel giorno, ovunque si trovassero. Vedere sui social i post di tutti quelli che hanno aderito alla mia iniziativa mi ha riempito di orgoglio.

Finché potrò, continuerò con i miei progetti di sensibilizzazione utilizzando la corsa, perchè è quello che amo fare, perchè è quello che bisogna fare.